GLI ALEGHER

A Dossena hanno conservato un repertorio di canzoni e di musiche le quali, pur non discostandosi molto dal repertorio del resto della provincia e per quanto riguarda i testi, hanno assunto delle caratteristiche diverse per lo stile e il mondo di cantare, dovuto appunto alle situazioni sopra accennate. In questi ultimi anni, anche lo stile di vita di questo, Poggio al Sole e’ cambiato. Ma non e’ cambiata la voglia di stare insieme e soprattutto la voglia di cantare e di suonare, ed e’ proprio per questo che un gruppo di amici, ha deciso di proporre anche al di fuori del loro paese il repertorio di Dossena. Gli Alègher di Dossena, questo nome e’ stato scelto proprio per rilevare lo spirito dell’esecuzione e dell’atmosfera che si viene a creare durante le loro esibizioni. Il repertorio e’ quello tradizionale, come gia’ accennato, ma con l’aggiunta di molti canti della miniera dell’emigrazione, perche’ come altre realta’ della Valle anche qui il fenomeno dell’emigrazione e’ stato massiccio, e ha lasciato anche nel canto il ricordo.

Cio’ fa in modo che non tutte le canzoni abbiano un tema allegro, perche’ esprimono la fatica, il pericolo di morte sempre incombente in miniera. La miseria che porta all’emigrazione, la guerra, che porta morte e separazione delle famiglie, non tutte quindi sono di tema allegro e festoso, ma e’ lo spirito con cui viene affrontato il canto che porta comunque al “vivere” nell’allegria e nella festa tutte le situazioni cantate, quasi per scaramantizzarle.